Riforme per l'Europa, le proposte delle imprese

Nelle scorse settimane si è tenuto il roadshow di Confindustria per la presentazione del documento "Riforme per l’Europa: le proposte delle imprese" in vista delle elezioni europee.

Gli incontri si sono svolti in ognuna delle cinque circoscrizioni elettorali: Roma (1° aprile), Palermo (2 aprile), Milano (11 aprile) e Venezia (9 maggio) e Napoli (15 maggio).

Nel documento sono contenute le  proposte delle imprese che indicano non solo cosa l’Europa dovrebbe fare per tornare a crescere ed essere competitiva sulla scena globale ma anche come e con quali risorse.

 

Rivoluzione digitale, cambiamenti climatici, flussi migratori, nuovi equilibri geopolitici mondiali rappresentano sfide senza precedenti, che rendono urgente e necessario un profondo ripensamento delle regole e degli strumenti su cui l’Unione si è finora basata.

L’obiettivo deve essere creare crescita, occupazione e benessere per i cittadini.

Per questo servono politiche che consentano di creare posti di lavoro per le nuove generazioni e che rispondano in maniera forte al clima di sfiducia e malcontento che pervade quei cittadini europei convinti che l’Unione non sia in grado di proteggerli dalle minacce esterne e li esponga, sul piano interno, a minori garanzie e diritti, generando impoverimento e precarietà.

Riforme che riportino in capo alle istituzioni europee, democraticamente elette, le decisioni e le conseguenti responsabilità, facendo sì che i cittadini si sentano inclusi e non estranei alle scelte che, in modo così rilevante, incidono sulla loro vita.

La nostra visione mette al centro tre concetti chiave: più lavoro, più crescita, più “peso” internazionale, proponendo tre missioni, interconnesse tra loro.

Link ai documenti

Riforme per l'Europa, le proposte delle imprese

Condividi

Commenti

Nessun commento.

Aggiungi un nuovo commento

Login o Registrati per aggiungere un commento.