Lettera dei Digital Champions ai candidati alla presidenza della Commissione europea

“Il prossimo Presidente della Commissione europea dovrà essere un “digital president” e puntare alla massimizzazione delle nuove tecnologie per ridare stimolo all'economia”. L'appello arriva in una lettera dei Digital Champions europei indirizzata ai 4 candidati alla Presidenza della Commissione UE: il conservatore Jean-Claude Juncker, il socialista Martin Schulz, il liberale Guy Verhofstadt, il verde Ska Keller e l'esponente della sinistra radicale Alexis Tsipras. Solo spingendo sul digitale - si legge - l'Europa potrà tornare a crescere e creare occupazione. La lettera, pubblicata anche dal Think tank European Digital Forum, guidato dal Lisbon Council e Nesta - fondazione per l’innovazione del Regno Unito -, propone un’agenda comune di quattro punti invitando i candidati ad impegnarsi unitamente per realizzarla.

Prima della pubblicazione, la lettera era stata inviata ai singoli candidati, perché potessero rispondere personalmente. Jean-Claude Juncker, candidato per il Partito popolare europeo (Ppe), ha colto l’opportunità, rispondendo in una lettera che individua nel mercato unico digitale una delle sue priorità. Juncker si è detto convinto “che il tema del digitale debba spostarsi oltre i confini degli addetti ai lavori, e che debba diventare una priorità delle politiche europee”.

La lettera aperta verrà presentata da Gesche Joost, Digital Champion della Germania, durante una conferenza stampa ai margini dell’European Business Summit di Buxelles il 15 maggio 2014, e verrà fatta circolare in occasione del lancio a Bruxelles dello European Digital Forum, il 22 maggio, alla presenza del Presidente della Commissione José Manuel Barroso e del Vicepresidente Neelie Kroes, commissario responsabile all’Agenda digitale.

Argomenti correlati

Condividi

Commenti

Nessun commento.

Aggiungi un nuovo commento

Login o Registrati per aggiungere un commento.