Lente sull'UE n 71 - Il Piano di investimenti del Green Deal europeo

Lo scorso 14 gennaio la Commissione europea ha pubblicato la sua comunicazione sul Piano di investimenti del Green Deal europeo (European Green Deal Investment Plan), anche noto come “Piano di investimenti per un’Europa sostenibile”.

L’obiettivo politico della Commissione è il raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050, in linea con l’accordo di Parigi. Tale transizione avrà bisogno di notevoli risorse finanziarie. A questo scopo, l’UE propone il nuovo Piano per agevolare e stimolare gli investimenti pubblici e privati necessari al raggiungimento di un’economia a zero emissioni.

Il Piano si articolerà lungo tre direttive:

  1. mobilitare, tra il 2021 e il 2030, almeno mille miliardi di euro d’investimenti attraverso il bilancio europeo e gli strumenti associati per raggiungere gli obiettivi climatici e ambientali dell’UE al 2030;
  2. creare un quadro che consenta ai privati e al settore pubblico di effettuare investimenti sostenibili;
  3. supportare le amministrazioni pubbliche e i promotori dei progetti europei nella loro individuazione, strutturazione ed esecuzione.

Nella transizione verso un’economia sostenibile, la Banca europea per gli investimenti (BEI) avrà un ruolo chiave. Entro il 2025, infatti, la BEI incrementerà i finanziamenti riservati a progetti e attività sostenibili fino a raggiungere una percentuale del 50% di investimenti in questo settore, così da diventare la “banca climatica” dell’Unione europea.

Condividi

Commenti

Nessun commento.

Aggiungi un nuovo commento

Login o Registrati per aggiungere un commento.